Valledoria

Sassari-Olbia: presidio in cantiere

Le preoccupazioni per il futuro dei lavoratori impegnati nella costruzione dei lotti 2 e 4 della nuova statale Sassari-Olbia, hanno indotto le Segreterie regionali Filca Cisl, Fillea Cgil e Feneal Uil ad organizzare un sit-in di protesta per il 30 maggio, dalle 9 alle 12 in prossimità del bivio per Oschiri sul lotto 4 del cantiere. Il presidio intende richiamare l'attenzione dell'Anas nazionale e regionale e soprattutto della Giunta regionale sulle "troppe difficoltà finora evidenziate e che si sono manifestate con la revoca dell'affidamento dei lavori del lotto 4". Si tratta di 9,5 chilometri e mezzo dal bivio di Oschiri a quello di Berchidda, che devono ancora essere completati. Inoltre i sindacati rilevano che pende sul lotto 2 l'istanza di fallimento dell'impresa impegnata nelle lavorazioni, la Oberosler, in procedura di concordato preventivo presso il tribunale di Bolzano. In questo caso il cantiere si estende dal bivio di Tula sino a quello di Oschiri, circa 11 km. I rappresentanti dei lavoratori delle costruzioni lanciano un monito segnalando che la mobilitazione "proseguirà se nel prossimo futuro gli incontri già richiesti all'Anas, all'assessore dei Lavori Pubblici e alla presidenza della Giunta, non dovessero sortire l'effetto sperato: cioè dare ai lavoratori e alle comunità del territorio le necessarie garanzie per quanto riguarda la continuità del lavoro e la realizzazione dell'opera".(ANSA).

ARTICOLI CORRELATI

Altre notizie